Fior di panbrioches integrale con pasta madre

Questa ricetta è presa dal blog di Pat Pan di Pane, donna meravigliosa con una grande passione per la cucina, da lei ho imparato e sto imparando molto…

Io ho apportato alcune modifiche, dettate più che altro dalla necessità di eliminare la farina bianca dall’alimentazione della mia famiglia, ma la versione originale la potete trovare qui.

Ingredienti:

140 gr. di licoli
200 gr. di farina integrale (io ho usato la petra 9)
150 gr. di farina semi integrale (io ho usato la petra 1)
1 uovo medio
100 gr. di acqua
70 gr. di zucchero di canna integrale
70 gr.  di olio di semi (l’arachide è quello che si abbina meglio)
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 cucchiaino raso di sale

Procedimento:

Nella ciotola della planetaria, ma anche in una ciotola normale per impastare tutto a mano, versiamo il nostro lievito madre e l’uovo, mescoliamo bene per amalgamare i due ingredienti, successivamente alternando, aggiungiamo piccole parti di acqua farina e zucchero, nello zucchero avremo aggiunto il sale e la cannella, una volta terminata l’acqua, proseguire con l’olio.
Impastare fino ad incordatura.
Una volta incordato, versare il composto su una spianatoia, e pirlare l’impasto fino a renderlo liscio e lucido.
Mettere a riposare in una ciotola, protetto da pellicola trasparente, per un paio d’ore a temperatura ambiente, poi riporlo in frigorifero per la 8/12 ore.
Trascorso il tempo di riposo in frigorifero, prendere l’impasto e lavorarlo ancora freddo, dividiamolo in 7 palline, disponiamole in una teglia a cerniera precedentemente imburrata, 6 petali e una pallina centrale, lasciamo lievitare fino al raddoppio, a me sono servite 6 ore a temperatura ambiente, poi accendere il forno a 165°, e cuocere per 35 minuti.
Sfornare e lasciare raffreddare su una gratella.
Decorare a piacere, ma è buona anche così, magari con un velo di marmellata per la prima colazione.

Annunci

Treccia di pan brioches ripiena

Questo post l’avrei dovuto scrivere già da qualche tempo, le foto infatti sono state fatte per la cena di Capodanno … ma il tempo scarseggia, e nei prossimi mesi ne avrò sempre meno … la panza avanza :-)
Ma tornando in tema, questa treccia è davvero buonissima, e facendo un pochino di pratica è anche molto semplice da fare, io ve la consiglio, soprattutto se volete fare una bella figura con i vostri ospiti, utilizzandola come centro tavola :-)

Ingredienti:
550 gr farina
220 gr latte a temperatura ambiente
50 gr olio
50 gr zucchero
10 gr sale fino
1 cubetto lievito
1 uovo + 1 tuorlo per spennellare
semi di sesamo (a piacere)
150 gr di speck a fette o prosciutto cotto a cubetti
150 gr di asiago

Procedimento:
Preparazione dell’impasto: io nella preparazione di questo impasto mi faccio aiutare da una planetaria, molta fatica risparmiata!
Versare nella ciotola il latte, l’olio, un uovo leggermente sbattuto, lo zucchero, il lievito, la farina e il sale, impastare per 5 minuti circa, finchè non risulterà tutto liscio ed omogeneo.
Far lievitare 1 ora affinché raddoppi il volume.
Preparazione del ripieno: utilizzando un robot da cucina, tritare il formaggio e lo speck, separatamente, e metteteli da parte.

Quando l’impasto sarà lievitato spenderlo con un mattarello formando un rettangolo

dividetelo in tre rettangoli e farciteli prima con il formaggio e poi con lo speck (nella foto c’è il cotto)

chiudete i tre cilindi

ed iniziate ad intrecciarli

lasciate lievitare per un’altra ora e mezza, meglio se coperta con la pellicola e un canovaccio, per evitare che la superficie si secchi.
Spennellate con un rosso d’uovo e se piace, cospargete con semi di sesamo

Cuocere in forno caldo a 200° per 30 minuti circa

Ecco il risultato!

Noi a Capodanno, in cinque lo abbiamo finito … ma ne abbiamo mangiato davvero tanto :)