Torta con pane raffermo

E’ una vita che non scrivo un articolo, non che io abbia smesso di cucinare ed essere golosa, magari così fosse, potrei tranquillamente dire addio alla dieta!

Invece il problema era proprio la mancanza di tempo … raramente riuscivo a mettermi davanti al computer, l’arrivo del secondogenito e il trasloco nella casa nuova hanno occupano tutto il mio tempo!

Ora però qualcosa inizia a girare per il verso giusto, riesco persino ad andare a correre tre volte alla settimana! Una vera conquista!

Ed eccomi qui!

Per riprendere in mano il blog, ho preparato una torta che la nonna di mio marito preparava sempre quando in casa restava del pane vecchio, appunto la torta di pane raffermo, per la serie, non si butta via nulla!

Torta di pane raffermo

Ingredienti:

130/140 gr. di pane vecchio
500 gr. di latte
100 gr. di zucchero
1/2 limone
3 uova
un cucchiaio e mezzo di cacao amaro
150 gr. tra uvetta e pinoli
una pera

Procedimento:

Sempre per una questione di tempo, ho preparato tutto con il Bimby, ma naturalmente questa è una torta facilissima da fare senza alcun aiutante.
Polverizzare lo zucchero con la buccia del limone e il pane rotto grossolanamente, qualche colpo di turbo.
Scaldare il latte 5 min 80 gradi velocità 2.
Aggiungere al latte intiepidito il composto di zucchero pane e limone, e lasciare riposare per almeno 20 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, aggiungere i restanti ingredienti, e frullare 15 sec vel 3.
Infornare a 200 gradi per 40 minuti!

Confettura di meloni e lamponi

Ormai é piú di un mese che io e la mia bambina siamo in trentino per le vacanze estive…e come ho già detto qui si sta davvero bene …
Il clima é meraviglioso, c’è pace e silenzio, il posto ideale per riposarsi e cucinare!
E cosa non potevo assolutamente lasciare a casa? Il Bimby!

E infatti non ho resistito e me lo sono portata in vacanza, con la scusa di dover preparare le pappe alla bimba…ma sarebbe un peccato limitarsi, ed é per questo che oggi ho iniziato la produzione di confetture usando i frutti che questa meravigliosa terra ci dona, i lamponi!

Ingredienti:
500 gr di melone
300 gr di lamponi
Il succo di un limone
400 gr di zucchero

Procedimento:
Pulire e tagliare a tocchetti il melone, lavare e asciugare delicatamente i lamponi, versare quindi la frutta e il succo di un limone in una terrina e mescolare.
Versare il composto nel boccale del Bimby, aggiungere lo zucchero e cuocere per 30 minuti 100′ antiorario velocità 1, e altri 15 minuti a varoma antiorario velocità 1.
Ricordatevi di posizionare il cestello del varoma sopra al coperchio del Bimby, perché le marmellate tendono a schizzare.
Al termine dei tempi di cottura fate la prova del piattino, se la confettura dovesse presentarsi troppo liquida, aumentate leggermente i tempi di cottura a varoma.

I lamponi che ho usato sono quelli della pianta che abbiamo in giardino, il melone arriva dalla campagna di mio padre, insomma tutto Home Made!

Marmellata di fragole

Qualche giorno fa ho assaggiato le prime fragole, e anche se forse non sono ancora nel pieno del loro sapore, devo ammettere che erano davvero buone… poi questa mattina, facendo la solita spesa di frutta e verdura, non ho potuto farne a meno, ne ho presi 3 kg (abbondanti!!!!!) e oggi ho preparato la marmellata.
Io l’ho fatta in tre volte, servendomi del Bimby, per questo le dosi sono riferite alla singola “infornata” ma se avete una pentola abbastanza capiente da cuocere tutto insieme in una volta sola, e soprattutto, se avete le braccia forti per mantenere mescolato per un’ora circa, allora il Bimby non vi serve … io son pigra quindi :-P

Ingredienti:
1,2 kg di fragole
500 gr di zucchero di canna
il succo di un limone

Procedimento:
Lavare e tagliare le fragole, inserirle nel boccale del bimby, aggiungere il succo del limone e lo zucchero e cuocere per 30 minuti 100° velocità 1, terminata la prima cottura, frullare per 30 secondi a velocità 4, e terminare con la seconda cottura 40 minuti Varoma velocità 1.
Per chi non volesse utilizzare il Bimby, pulite e tagliate le fragole, mettetele in una bella pentola dai bordi alti, aggiungete lo zucchero e il succo di limone e cuocete per circa 1 ore e 30 min, mantenendo mescolato.
In entrambi i casi, al termine della cottura, fate la prova del piattino, se un cucchiaino di marmellata, lasciata raffreddare su un piattono da caffè, non cola mettendolo a testa in giù, allora la consistenza è quella giusta, altrimenti proseguite la cottura per qualche minuto ancora.
Nel frattempo sterilizzate i vasetti, mettendoli ben puliti sulla leccarda del forno, e infornandoli con forno preriscaldato a 120° per un’oretta circa.
Versare la marmellata ancora bollente nei vasetti, chiudere e capovolgere, così da mandarli sotto vuoto (attenzione a questa manovra perchè i vasetti saranno davvero bollenti).

Io consiglio sempre di lasciar riposare le marmellate un paio di mesi prima di consumarle, ma bisogna saper resistere alla tentazione … io non sono molto brava in questo :-)

Orzotto in vellutata di zucchine … con il Bimby

La nostra famiglia è divisa in due “fazioni”, lui mangerebbe carne anche a colazione, io adoro la verdura … potete immaginare quanto sia complicato mettere d’accordo due palati così diversi …
Ogni tanto però troviamo un punto d’incontro grazie anche a cereali e legumi!

La ricetta è preparata usando il Bimby, ma è tranquillamente realizzabile con un semplice mixer ad immersione e una pentola dai bordi alti.

Ingredienti:
3 zucchine (o il ripieno avanzato da questa ricetta)
600 ml di acqua
1 scalogno
1 spicchio d’aglio
100 gr di orzo perlato lavato
2 fette di pane
olio evo
sale q.b. o 1 cucchiaino di dado vegetale home made

Procedimento:
Tritare lo scalogno e l’aglio, e far soffriggere 3 minuti 100° velocità 1.
Aggiungere le zucchine tagliate grossolanamente, e frullare il tutto per 10 secondi a velocità 5, versare l’acqua e l’orzo lavato, aggiungere il sale o un cucchiaino di dado vegetale, e cuocere per 30 minuti temperatura varoma velocità 1.
Quando mancheranno pochi minuti al termine della preparazione, tagliare a cubetti il pane e aiutandosi con una pentola antiaderente, farlo abbrustolire a fiamma vivace.
Impiattare la zuppa, guarnire con il pane abbrustolito e servire caldo con un filo d’olio evo a crudo …

Come esperimento a noi è piaciuto molto!

Menu completo … ravioli di zucca e arista ai funghi!

Nel pranzo di questa domenica, ci siamo lasciati un pochino travolgere dall’entusiasmo, e abbiamo creato!

Come aperitivo, abbiamo stuzzicato qualche pezzetto di pecorino romano, del salamino e questi grissini, sono i soliti fatti con pasta madre, alcuni li ho fatti aggiungendo patè di olive, altri basilico, e altri ancora con pomodoro e origano, la ricetta base è questa

Come primo, ho servito dei ravioli di zucca, conditi con burro salvia e melograno! Il dolce della zucca è perfetto con l’asprino dei chicci di melograno …

Ingredenti per la sfoglia:
3 uova
300gr di farina

Ingredienti per il ripieno:
300gr di zucca cotta
100gr di parmigiano reggiano grattugiato
una manciata di chicchi di melograno
50 gr circa di burro
sale q.b

Procedimento:
Per 4 persone ho fatto 3 uova di sfoglia impastandole con 300gr di farina circa, e ho lasciato riposare la palla d’impasto, coperto tra due piatti fondi, per circa 20 minuti. Mi raccomando, la pasta all’uovo va sempre tenuta coperta, così da evitare che si formi la crosticina!
Nel frattempo ho pulito una zucca, a dire il vero ne ho usata solo metà e di ripieno ne è avanzato, comunque, una volta pulita, l’ho tagliata a dadini e messa nel microonde, in un pirex, per circa 15 minuti dove ho aggiunto solo un dito d’acqua, la cottura è più rapita e la zucca non si secca se copriamo il pirex con un foglio di carta da forno.
Una volta intiepidita, ho ottenuto circa 300gr di zucca, l’ho schiacciata con una forchetta, e ho unito circa 100gr di grana, e un pizzico di sale.
Preparati i ravioli, li ho lasciati asciugare su un vassoio, se non li consumate subito vi consiglio di mettere prima il vassoio in freezer, in modo che si congelino separatamente l’uno dall’altro, e dopo una mezz’ora circa, li potete trasferire in un sacchetto da freezer, è lo stesso procedimento di quando si vogliono congerlare i tortellini!
Dopo averli cotti in acqua bollente e sale, li ho passati in una padella rivestita in ceramica, dove ho fatto scaldare burro e salvia, e metà dei chicchi di melograno, ho impiattato e decorato con i chicchi restanti.
Il risultato è questo:

Come secondo ho preparato un arista di maiale con funghi, solitamente lo faccio al forno ma questa volta dovendo cucinare anche i grissini l’ho cotto con il Bimby e devo ammettere che è venuto davvero bene!

La ricetta l’ho presa dal sito della Contempora, la casa produttrice del Bimby.

Ingredienti:
700 gr. arista di maiale o fesa di tacchino o vitello
1 busta funghi secchi ammollati o 300 gr. Champignon
400 gr. Latte o 350gr di brodo
sedano
carota
cipolla (poca)
50 gr. olio d’oliva

Procediemento:
Tritate le verdure, aggiungete l’olio e cuocete 5 min. 100° vel. 1
Aggiungete il brodo e i funghi tagliati a tocchetti; appoggiate l’arrosto sul gruppo coltelli e cuocete 45/55 min. 100° vel. 1 antiorario.
Se l’arrosto è molto grasso, a metà cottura girarlo.
Infine toglietelo, tagliatelo a fette e versatevi sopra il sugo.

Non pensavo che nel Bimby si potesse cucinare un arrosto intero e che non si rompesse, e devo ammettere che la carne era davvero tenerissima.
Magari qualcuno storcerà il naso leggendo del Bimby, ma è davvero comodo, e soprattutto, grazie ai vari elettrodomestici (Bimby e planetaria) ho preparato tutto questo in 3 ore, e senza sporcare troppo la cucina, davvero dei validi aiutanti! (grazie amore per avermeli regalati :-*)

Poi devo dire che la compagnia di questo pranzo era davvero ottima, è stata davvero una bella domenica!

 

Risotto ai porri e zucca

Dopo qualche giorno di assenza, oggi propongo una ricetta che ha realizzato il maritino per pranzo :-)
Si perchè ad entrambi piace cucinare … oltre che mangiare!

Il risotto ai porri e zucca ha un sapore molto particolare, il dolce della zucca si scontra/incontra con quello del porro e insieme sono una buona accoppiata …

Ah dimenticavi di dire che l’abbiamo realizzato con il bimby, ma è semplicissimo da fare anche in pentola!

Ingredienti:
1 scalogno
1 porro
zucca tagliata a quadretti
30gr di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco per sfumare
400gr di acqua circa
160gr di riso

Procedimento:
Tritare finemente lo scalogno e far rosolare dolcemente in un goccino d’olio, nel frattempo lavare e tagliare a rondelline la parte bianca del porro e aggiungere al battuto di scalogno. Io tengo sempre in freezer un sacchetto di zucca tagliata a cubetti, molto comoda per le zuppe e le vellutate, quindi ho aggiunto alla base del risotto tre belle manciate di zucca. Ho versato il vino bianco e ho lasciato sfumare. A questo punto ho messo il riso, l’ho fatto saltare un paio di minuti ed infino ho aggiunto l’acqua e ho lasciato cuocere per circa 13 minuti.

E’ un risotto molto semplice da realizzare ma ricco e saporito, e poi è un modo come un altro per mangiare dell’ottima zucca!

Vellutata di zucchine e zucca!

Ho un’amica che per far mangiare le vellutate a suo marito, si inventa i nomi più fantasiosi … la sua zuppa di zucchine diventa la zuppa di coccodrillo … io non sono così fantasiosa, infatti per far mangiare le verdure al maritino … lo minaccio :-)

Ieri siamo stati a trovare i miei genitori nella bassa modenese, e come sempre siamo tornati a casa con il baule della macchina pieno pieno di verdura, ieri nello specifico di ZUCCHE … e quanto sono buone!
Stasera quindi vellutata!

Premetto che questa ricetta l’ho eseguita con il bimby, ma si può fare tranquillamente con una pentola normale, e un mixer ad immersione!

Ingredienti:
350gr di verdure – io per questa vellutata ho usato 150gr di polpa di zucchine che avevo in frigorifero e 200gr di zucca
1 patata media
30gr di olio evo (circa 3 cucchiai)
1 scalogno
600gr di acqua – si potrebbero usare 450gr di acqua e 150gr di latte
sale q.b

Procedimento:
Nel boccale tritare lo scalogno per 5 sec a vel. 7, aggiungere l’olio e cuocere 3 min 100° vel 1; aggiungere le verdure, tritarle per 10 sec a vel 5, unire il liquido e il sale.
Cuocere 18 minuti 100° vel 2.
A cottura ultimata omogeneizzare vel 8 per 30 secondi;
servire con un filo l’olio evo

Buona salutare e piace a tutti, garantito!