Torta con pane raffermo

E’ una vita che non scrivo un articolo, non che io abbia smesso di cucinare ed essere golosa, magari così fosse, potrei tranquillamente dire addio alla dieta!

Invece il problema era proprio la mancanza di tempo … raramente riuscivo a mettermi davanti al computer, l’arrivo del secondogenito e il trasloco nella casa nuova hanno occupano tutto il mio tempo!

Ora però qualcosa inizia a girare per il verso giusto, riesco persino ad andare a correre tre volte alla settimana! Una vera conquista!

Ed eccomi qui!

Per riprendere in mano il blog, ho preparato una torta che la nonna di mio marito preparava sempre quando in casa restava del pane vecchio, appunto la torta di pane raffermo, per la serie, non si butta via nulla!

Torta di pane raffermo

Ingredienti:

130/140 gr. di pane vecchio
500 gr. di latte
100 gr. di zucchero
1/2 limone
3 uova
un cucchiaio e mezzo di cacao amaro
150 gr. tra uvetta e pinoli
una pera

Procedimento:

Sempre per una questione di tempo, ho preparato tutto con il Bimby, ma naturalmente questa è una torta facilissima da fare senza alcun aiutante.
Polverizzare lo zucchero con la buccia del limone e il pane rotto grossolanamente, qualche colpo di turbo.
Scaldare il latte 5 min 80 gradi velocità 2.
Aggiungere al latte intiepidito il composto di zucchero pane e limone, e lasciare riposare per almeno 20 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, aggiungere i restanti ingredienti, e frullare 15 sec vel 3.
Infornare a 200 gradi per 40 minuti!

Annunci

Biscotti al cocco di Nonna Papera

Sembrano secoli che non scrivo, effettivamente sono passati diversi mesi, ma ho una giustificazione più che valida, l’arrivo di Federico!

Per tornare in tema, in una giornata piovosa dove non sapevo come far passare il tempo alla bimba grande, ho deciso di rispolverare un vecchio libro di cucina che mi venne regalato quando ancora andavo alle elementari, e si parla del secolo scorso! :-)

Questo è il libro:

La ricettina che abbiamo fatto è tra le più semplici, ma con un risultato sempre molto apprezzato, in più sono davvero facili e veloci!

Ingredienti:
220 gr. di zucchero
40 gr. di farina
3 uova
3 tazze e mezzo di farina noce di cocco

Procedimento:
Sbattete per bene le uova con lo zucchero, aggiungete la farina e mescolate.
Foderate la leccarda con la carta da forno, poi versateci a cucchiaiate l’impasto, non mettetele troppo vicine.
Fate cuocere per circa 15 minuti a 160°, o fino a doratura.
Sono biscotti dal cuore morbido, ma vi consiglio di lasciarli raffreddare così che prendano consistenza.

Volevo decorarli con del cioccolato fuso, ma non ho fatto in tempo, erano già finiti … :-) sarà per la prossima volta!

Biscuit de Savoie

Torta buonissima, ma non proprio “dietetica” :-) l’ho preparata per la colazione del marito, ma come spesso accade, non credo arriverà a domani mattina!
Sembra un pan di spagna più umido, e servita con una crema ricca e golosa è davvero sublime!

Ingredienti:
50 gr di farina
50 gr di amido di Mais (Maizena)
150 gr di zucchero semolato
4 uova
1 limone non trattato
zucchero a velo
un pizzico di sale

Procedimento:
Sguscia le uova e separa gli albumi dai tuorli.
Monta questi ultimi con lo zucchero semolato, 1 pizzico di sale, e la scorza grattugiata del limone, utilizza la frusta elettrica per una decina di minuti finchè non risulteranno ben gonfi e spumosi. Aggiungi poi la farina e la maizena molto lentamente, per evitare grumi. A questo punto l’impasto risulterà molto “duro” ma non preoccupatevi e mettetelo da parte.
Accendente il forno a 180°.
Nel frattempo montate gli albumi a neve, aggiungendo qualche goccia di limone. Poi molto delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto, incorpora la spuma di albumi al composto di tuorli e farina. Lavorate la crema finchè non risulterà soffice ed omogenea.
Versate il composto in uno stampo foderato di carta da forno bagnata e strizzata.
Spolverizza di zucchero a velo, lascia riposare un paio di minuti poi infornate per 30 minuti.

Come noterete non ci sono nè grassi nè tantomeno lieviti, è una torta così, un pochino diversa … ma decisamente ottima!

Torta di mele speziata … di Gordon Ramsay

Questa torta è meravigliosa, ma richiede tanta pazienza e sicuramente non è il dolce dell’ultimo momento, la preparazione è abbastanza lunga, ma vale la pena provarla almeno una volta … e poi la rifarete, la rifarete, la rifarete :-)

Ingredienti:
1 kg di mele da cuocere
50 gr di zucchero
30 gr di burro
2 mele rosse per guarnire
il succo di un limone
225 gr di farina integrale
1 cucchiaino e 1/2 di lievito
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/4 di cucchiaino di sale
175 gr di zucchero di canna
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1 uovo
50 ml di olio evo
2 cucchiaini di marmellata di albicocche per lucidare
1-2 cucchiai di acqua

Procedimento:
Pelate le mele, togliete il torsolo e tagliatele a pezzetti. Sistematele in una pentola dove avrete sciolto il burro e aggiunto lo zucchero (i 50 gr). Cuocete a fuoco vivo finchè le mele non si saranno ridotte in purea, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.
Scaldare il forno a 170°, pelate le mele rosse e tagliatele a fette sottili, riponetele in una ciotola con il succo di limone e un goccio d’acqua, mettete da parte.
In una terrina, mescolate la farina integrale, il lievito, il bicarbonato, il sale, lo zucchero di canna e le spezie; aggiungete l’uovo, l’olio evo ed infine la purea di mele. Amalgamate il tutto fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.
Trasferite il composto in una tortiera foderata di carta da forno.
Cuocere in forno per 30 minuti, poi quando il centro della torta sarà asciutto, aprite il forno e velocemente sistemate le fette di mela, richiudete il forno e continuate la cottura per altri 30-35 minuti.
Trascorso il tempo di cottura, sfornare la torta e lasciarla intiepidire, successivamente scaldare la marmellata con l’aggiunta di acqua, mescolando bene, e usatela per spennellare la superficie della torta per lucidarla.

Torta di tagliatelline

Non é semplice realizzare una ricetta seguendo le indicazioni della nonna, una volta si andava ad occhio, e non é facile interpretare, ma il bello sta anche nel fare dei tentativi per migliorare di volta in volta quella che poi risulta essere una torta meravigliosa.

Questa volta la nonna Luisa mi ha voluto regalare la sua ricetta per la torta di tagliatelline, ed é stata un successo!

Ingredienti per la base:
400 gr di farina
200 gr di zucchero
100 gr di burro
2 uova
2 cucchiai di latte
La buccia grattugiata di un limone
Una bustina di lievito
Mezzo bicchiere di liquore per dolci

Ingredienti per le tagliatelle:
1 uovo
100 gr di farina

Ingredienti per il ripieno:
100 gr di mandorle
100 gr di cedro candito
150 gr di zucchero

Procedimento:
Per prima cosa preparate la sfoglia per le tagliatelle, mettendo su una spianatoia la farina e l’uovo, impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, poi mettere a riposare per 30 minuti tra due piatti fondi.
Stendere la sfoglia sottile, avvolgerla in un canovaccio per farla asciugare e infine arrotolarla per poi tagliarla a tagliatelle.
Tutti questi passaggi si possono evitare acquistando la pasta all’uovo già pronta :)

Ora prepariamo la base per la nostra torta, mettiamo la farina, lo zucchero e il burro leggermente fuso, aggiungiamo il resto degli ingredienti, amalgamiamo bene il tutto, dovrà risultare la consistenza di una pasta frolla.
Stendiamo l’impasto in una tortiera foderata di carta da forno, tenendo ben alti i bordi e mettiamola da parte.

Infine l’ultimo passaggio, il ripieno.
Tritiamo le mandorle e il cedro, ma non troppo, si dovranno sentire i pezzettini, uniamo lo zucchero.

Adesso é tutto pronto per creare la nostra torta…

Ora prendiamo la base della torta e, come per le lasagne, procediamo a strati.
Una cucchiaiata di ripieno, una manciata di tagliatelle, e poi nuovamente una cucchiaiata di ripieno, proseguiamo così fino ad aver terminato gli ingredienti.
Completiamo con qualche ciuffetto di burro.

Inforniamo nel forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti circa.

Una volta sfornata e lasciata raffreddare, prendiamo uno stuzzicadenti, foriamo il bordo della torta con tanti piccoli buchetti distanti circa 2 cm, poi prendiamo il liquore e con l’aiuto di un pennello per dolci bagnamo tutta la torta sia il bordo che il centro.

Che altro aggiungere, il profumo é inebriante…
Spero vi piaccia!

Ciambella bolognese della nonna Marina

Oggi la nonna di mio marito ha condiviso con me la sua personale ricetta della ciambella bolognese, quella che le faceva sempre sua madre.
Per restare fedele alla tradizione, l’ho preparata seguendo le indicazioni, senza l’aiuto di alcun elettrodomestico se non il forno per la cottura.

Ingredienti:
400 gr di farina
200 gr di zucchero
100 gr di burro
2 uova
1 presa di sale
la buccia grattugiata di un limone
Una bustina di lievito
Un goccino di latte per spennellare
Granella di zucchero o zucchero semolato per guarnire

Procedimento:
Prendere un tagliere, versare la farina a fontana e aggiungere lo zucchero, formare un buco al centro e aggiungere le uova e una presa di sale.
Nel frattempo accendere il forno a 180 gradi, tagliare il burro a tocchetti e metterlo in un pentolino di metallo che andremo a posizionare nel forno per scaldarlo qualche minuto, leggermente senza scioglierlo completamente.
Incorporiamo lentamente le uova nella fontana di farina, e uniamo il burro (che non dovrà essere caldo per non cuocere l’impasto), e la buccia grattugiata del limone, lavoriamo il composto fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea.
Ora versiamo la bustina di lievito in un angolo del tagliere, e continuando ad impastare raccogliamo la polvere lievitante che si unirà al nostro composto senza “stracciare” la pasta (così ha detto la nonna e io mi fido).
Una volta raccolto tutto il lievito, lavoriamo velocemente l’impasto, poi diamogli la forma di un “biscione”, mettiamolo sulla leccarda con la carta da forno, e formiamo un anello.
Pratichiamo delle leggere incisioni, spennelliamo con il latte e spolveriamo con la granella o dello zucchero normale.
Cuociamo in forno per 30/35 minuti, controllando che non si imbrunisca troppo, sforniamo e lasciamo raffreddare.

Che dire, il profumo é inebriante …

Torta sbrisolona

Questa che sto per riportarvi, è una ricetta che conservo nel cassetto dei ricordi da secoli ormai.
Ho vissuto e studiato a Mantova per qualche tempo, e per chi non lo sapesse, la sbrisolona è LA TORTA mantovana per eccellenza, ma temo che la mia non sia la ricetta originale, ma una delle tante … anche se decisamente buona :-)

Ingredienti :
200 gr di mandorle pelate
200 gr di farina bianca
150 gr di farina gialla (polenta)
200 gr di zucchero
200 gr di burro freddo
2 tuorli d’uovo
1 bustina di vanillina
la scorza grattugiata di un limone

Procedimento:
Tritate le mandorle, setacciate le due farine con la vanillina e disponendola a fontana sulla spianatoia formate un incavo al centro, unitevi lo zucchero (tenendo da parte due cucchiai) le mandorle tritate, la scorza del limone i tuorli d’uovo e il burro freddo da frigo.
Lavorate tutti gli ingredienti in fretta con la punta delle dita perché l’impasto non dovrà risultare omogeneo ma sbricioloso.
Passando il composto tra i polpastrelli sbriciolarlo direttamente in una tortiera precedentemente imburrata (i granelli si uniranno durante la cottura)
Mettere nel forno scaldato a 180 gradi e cuocere per circa 40 minuti appena sfornata cospargetela con lo zucchero rimasto

Io ho guarnito la torta con qualche nocciola mandorla e noce :-)

Va mangiata assolutamente una volta che si è completamente raffreddata, non è da tagliare ma da rompere, ed è una torta che migliora con il passare dei giorni, più è dura, più è buona!
Tocciata poi in un bel bicchiere di vino … è la morta sua!