Zuppa imperiale … alla Artusi

Ricetta presa direttamente dal libro di Artusi “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene”

Visto il freddo e gelo di questi giorni, ieri sera ci siamo preparati il bollito di carne, e oggi con il brodo cosa c’è di meglio di una meravigliosa zuppa imperiale!?
In realtà non ho fatto in tempo a prendere il caffè stamattina, che mio marito già chiedeva quando l’avrei preparata, quindi … perchè non accontentarlo :-)

Ingredienti:
3 uova
90 gr di semolino
60 gr di parmigiano grattato
60 gr di burro
sale
noce moscata

Procedimento:
Sciogliere dolcemente il burro, e una volta tolto dal fuoco, aggiungere il semolino e il parmigiano; unire quindi le uova sbattute, una presa di sale e una grattatina di noce moscata.
Scaldate il forno a 200°, versate il composto in una pirofila, il composto una volta steso, dovrà essere alto circa 1/2 centimentro (io con queste dosi ho usato una tortiera in ceramica da 30cm)
Infornare e cuocere per 15 minuti circa.
Lasciate raffreddare, capovolgete la pirofila su un ripiano, e tagliate a dadini.
Portate ad ebollizione il brodo di carne, versate i dadini e lasciate cuocere per 10 minuti.

Le dosi elencate sopra sono per 5 persone, io solitamente abbondo, così una metà la uso subito, e l’altra la metto in freezer per il prossimo brodino caldo!

Orecchiette alle cime di rapa…alla modo mio!

Se state cercando la ricetta originale delle orecchiette alle cime di rapa, quella pugliese, allora siete nel posto sbagliato, questa è la mia versione, l’ennesimo tentativo (andato a buon fine) di far mangiare la verdura a mio marito :-)

Ingredienti:
un bel mazzo di cime di rapa
orecchiette
pan grattato
olio evo

Procedimento:
Per prima cosa, mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, usatene una decisamente grande, poichè le cime di rapa e le orecchiette andranno cotte insieme… ma andiamo per gradi!
Mentre si scalda l’acqua, pulite le cime di rapa, il procedimento è decisamente semplice, è sufficiente tagliare le foglie a striscioline, scartando i gambi più duri ed eventuali foglie brutte; lavate il tutto, e una volta che l’acqua sarà in ebollizione, buttate in pentola.
La loro cottura non richiede più di 10 minuti.
A circa metà cottura delle cime di rapa unite le orecchiette, e completate la cottura rispettando i tempi della pasta.
Nel frattempo, prendete una wok o una pentola antiaderente, scaldate 4 cucchiai di olio evo, e una volta caldo, versatevi 6 cucchiai di pan grattato, si formerà una crema … ora attendiamo la cottura della pasta.
Scoliamo e versiamo nella pentola con la crema di pane, facciamo saltare il tutto e serviamo ben caldo!

Come già detto, è un piatto che aiuta davvero a far mangiare la verdura anche a chi la schifa (come mio marito)…anzi devo dire che si è leccato i baffi!