Risotto ai porri e zucca

Dopo qualche giorno di assenza, oggi propongo una ricetta che ha realizzato il maritino per pranzo :-)
Si perchè ad entrambi piace cucinare … oltre che mangiare!

Il risotto ai porri e zucca ha un sapore molto particolare, il dolce della zucca si scontra/incontra con quello del porro e insieme sono una buona accoppiata …

Ah dimenticavi di dire che l’abbiamo realizzato con il bimby, ma è semplicissimo da fare anche in pentola!

Ingredienti:
1 scalogno
1 porro
zucca tagliata a quadretti
30gr di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco per sfumare
400gr di acqua circa
160gr di riso

Procedimento:
Tritare finemente lo scalogno e far rosolare dolcemente in un goccino d’olio, nel frattempo lavare e tagliare a rondelline la parte bianca del porro e aggiungere al battuto di scalogno. Io tengo sempre in freezer un sacchetto di zucca tagliata a cubetti, molto comoda per le zuppe e le vellutate, quindi ho aggiunto alla base del risotto tre belle manciate di zucca. Ho versato il vino bianco e ho lasciato sfumare. A questo punto ho messo il riso, l’ho fatto saltare un paio di minuti ed infino ho aggiunto l’acqua e ho lasciato cuocere per circa 13 minuti.

E’ un risotto molto semplice da realizzare ma ricco e saporito, e poi è un modo come un altro per mangiare dell’ottima zucca!

Annunci

Medaglioni di trota salmonata

Un buon modo per far mangiare certe cose nella mia famiglia è quello di camuffarle … si perchè vuoi mettere la differenza tra il portare in tavola una trota ancora da sfilettare e dei medaglioni di pesce belli croccanti? :)
Ecco perchè stasera in tavola ci sono queste buonissime croccantine di pesce, sane e gustose!

Ingredienti:
2 trote salmonate – ma si può usare qualsiasi tipo di pesce
1 uovo
prezzemolo tritato
sale q.b.
2 patate medie
uno spicchio d’aglio tritato
pan grattato per la panatura

Procedimento:
In una casseruola con acqua bollente e leggermente salata, ho messo a lessare le due trote, in un’altra casseruola ho lessato le patate.
Dopo circa 10 minuti le trote erano pronte, le ho sfilettate e ho messo da parte la polpa, una volta pronte anche le patate, le ho pelate, lasciate intiepidire e unite alla polpa del pesce schiacciandole con una forchetta. Creato il composto, ho unito l’uovo, il sale, il prezzemolo e lo spicchio d’aglio tritato, ho amalgamato bene e ho formato le polpettine, le ho poi passate nel pan grattato e riposte in una teglia da forno con un filo di olio evo.
Cotte in forno per 20 minuti a 180° circa … o nel piatto crisp per 15 minuti rigirandole a metà del tempo di cottura.

Sono ottimi, croccanti e sani! :)

Vellutata di zucchine e zucca!

Ho un’amica che per far mangiare le vellutate a suo marito, si inventa i nomi più fantasiosi … la sua zuppa di zucchine diventa la zuppa di coccodrillo … io non sono così fantasiosa, infatti per far mangiare le verdure al maritino … lo minaccio :-)

Ieri siamo stati a trovare i miei genitori nella bassa modenese, e come sempre siamo tornati a casa con il baule della macchina pieno pieno di verdura, ieri nello specifico di ZUCCHE … e quanto sono buone!
Stasera quindi vellutata!

Premetto che questa ricetta l’ho eseguita con il bimby, ma si può fare tranquillamente con una pentola normale, e un mixer ad immersione!

Ingredienti:
350gr di verdure – io per questa vellutata ho usato 150gr di polpa di zucchine che avevo in frigorifero e 200gr di zucca
1 patata media
30gr di olio evo (circa 3 cucchiai)
1 scalogno
600gr di acqua – si potrebbero usare 450gr di acqua e 150gr di latte
sale q.b

Procedimento:
Nel boccale tritare lo scalogno per 5 sec a vel. 7, aggiungere l’olio e cuocere 3 min 100° vel 1; aggiungere le verdure, tritarle per 10 sec a vel 5, unire il liquido e il sale.
Cuocere 18 minuti 100° vel 2.
A cottura ultimata omogeneizzare vel 8 per 30 secondi;
servire con un filo l’olio evo

Buona salutare e piace a tutti, garantito!

Zucchine alla pizzaiola

Per me un pasto non è tale senza la verdura, potrei benissimo stare senza carne (ma poi mio marito rompe), ma mai senza un buon contorno vegetale!
Quando la stagione lo permette, io abbondo con le zucchine, cotte in tutti i modi, trifolate, zuppettate, lessate … per stasera le ho preparete così, alla pizzaiola, semplici veloci e sfiziosissime!

Ingredienti:
2 zucchine belle grosse e sode
1 scalogno
5/6 pomodorini
olio evo
sale q.b.
origano

Procedimento:
Lavo ben bene le zucchine e le taglio a tocchetti, prendo uno pentola, meglio se antiaderente o di ceramica, metto un filo di olio e faccio soffriggere lo scalogno finemente tagliato; a questo punto aggiungo le zucchine e lascio cuocere con il coperchio senza aggiungere altro liquido. Nel frattempo tolgo la pelle ai pomodori e li taglio a tocchetti, li unisco alle zucchine e li lascio andare a fuoco vivace finchè non saranno tenerine e il sugo che i pomodori avranno rilasciato non si sarà rappreso.
A fine cottura aggiungo un pizzico di sale e una bella spolverata di origano.
Sono davvero velocissime da preparare e molto saporite!


Tiramisù … soffice e delicato

Quando veniamo invitati a cena, non è bello presentarsi a mani vuote, e spesso ci proponiamo di portare il dolce o il vino, io di vini non capisco nulla quindi … stasera tiramisù :-)
Era quasi un anno che non lo preparavo, la gravidanza eh si … perchè dovrei fare una cosa che non posso mangiare? :-) ma ora che non sono più incinta … :-)

Questo dolce è spettacolare, soffice delicato e buonissimo!

Ingredienti:
3 uova
125gr di zucchero
250gr di mascarpone
500gr di savoiardi
200gr di panna da montare
caffè
cacao amaro

Procedimento:
Iniziamo montando a neve gli albumi e mettiamoli da parte; montiamo quindi la panna e aggiungiamola agli albumi montati a neve; ora prendiamo il mascarpone, uniamo le uova e lo zucchero, e mescoliamo fino ad ottenere una crema liscia.
Ora prendiamo il composto di albumi e panna montata, e uniamoli alla crema di mascarpone uova e zucchero, e molto delicatamente amalgamiamoli mescolando dolcemente dal basso verso l’alto; dovremo ottenere una crema molto liscia e soffice.
Prendiamo lo stampo, versiamo sul fondo la crema ottenuta, poi inzuppiamo velocemente i savoiardi nel caffè e ricopriamo la base dello stampo, una volta terminato, ricopriamo con abbondante crema di mascarpone, spalmare bene e procedere nuovamente con un altro strato di savoiardi sempre inzuppandoli nel caffè.
Terminiamo versando la crema rimanente (sarà abbondante, magari fatevi una mono porzione per cena) poi spolveriamo con il cacao amaro (io uso un colino) e riponiamo in frigorifero!

Qualcuno aggiunge scaglie di cioccolato alla crema, ma noi lo preferiamo così, semplice :-)

Sicuramente non è un dolce poco calorico, ma ogni tanto uno strappo alla regola …

Grissini di Kamut con Pasta Madre … ricetta delle Simili

Per chi ha una creatura giovane, e non parlo della mia bambina di 5 mesi, ma della pasta madre, e smania dalla voglia di “testare” le potenzialità della propria creazione … cosa c’è di meglio di una montagna di grissini simil torinesi delle Simili? :-)

Procediamo per gradi … le Simili, note maestre di panificazione, hanno scritto diversi libri, in uno di questi “Pane e Roba Dolce” si trova la ricetta che sto per darvi, io semplicemente ho usato la farina di kamut al posto della 00 … il resto è uguale!

Ingredienti:
350gr di lievito madre
500gr di farina di kamut
300gr di acqua
12gr di sale (due cucchiaini rasi)
75gr di olio evo
1 cucchiaino di malto di riso o mais

Procedimento:
Quando il maritino si ricorda di quanto siano buoni questi grissini, io mi attivo per farli :-) e rinfresco la pasta madre la sera prima per lavorarla poi il mattino successivo!
Prendiamo quindi 350gr del nostro lievito rinfrescato la sera prima e lo sciogliamo nell’acqua, aggiungiamo l’olio e il malto e mescoliamo bene. Ora aggiungiamo la farina e per ultimo il sale, impastiamo il tutto per 10 minuti (qui la planetaria aiuta tanto).
A questo punto stendiamo con il mattarello un rettangolo 30×10 e lo cospargiamo di farina di grano duro e olio, lo mettiamo a lievitare a campana per circa 4 ore (io lo copro con uno stampo da lasagne che è bello grande);
passate le ore di lievitazione, con un coltello a lama alta tagliamo (per il lato corto della pasta) delle striscioline larghe un dito circa, li afferriamo al centro e delicatamente li allunghiamo tirandoli verso l’esterno; disponiamoli sulla carta da forno e poi sulle griglie.
Ora accendiamo il forno a 200° e una volta in temperatura inforniamo per 18/20 minuti (teneteli controllati perchè ogni forno è diverso, a metà cottura invertite e girate le teglie così da uniformare la cottura;

Sono meravigliosi con gli affettati :-) e si conservano benissimo anche in freezer!

Una colazione salutare…la torta 7 vasetti (e varianti)

Spero di non essere un caso patologico, ma quando faccio la spesa, dimentico sempre qualcosa … sempre!
Inutili i post-it, inutile la lavagnetta in cucina, qualsiasi lista della spesa io faccia non serve!

Questa volta (anche se devo ammettere che capita spesso) mi sono scordata la colazione del marito … ecco lo tiro in ballo di nuovo, si perchè al mattino, dopo il caffè e la ricerca degli occhiali è il momento di infilarsi qualcosa in bocca … e se dimentico le sue brioches alla ciliegia, cosa mangia? :-)

A male estremi,  estremi rimedi … prepariamo la torta più semplice al mondo!

La torta 7 vasetti!
Ingredienti:

1 vasetto di yogurt
2 uova (sostituibili con una bella e grossa banana matura, che andrà schiacciata tipo purea)
2 vasetti scarsi di zucchero
3 vasetti di farina
1 bustina di lievito
3/4 di vasetto di olio di semi di mais
variante a piacere: una mela tagliata a tocchetti da mettere nell’impasto o sopra, una manciata di mandorle tritate grossolanamente, scaglie di cioccolata fondente, una spolverata di cannella … quello che la fantasia vi ispira :-)

Procedimento:
Semplicemente amalgamare tutti gli ingredienti, partendo da zucchero uova e yogurt, poi uniamo la farina l’olio e il lievito, mescoliamo bene bene, aggiungiamo la nostra variante (se ne abbiamo voglia), mettiamo la carta da forno in una teglia tonda, versiamo e cuociamo a 180° per 35/40 minuti … (ma dipende molto dal vostro forno)

E’ buona, veloce da fare, si presta a mille variazioni, io ad esempio uso yogurt di soia la banana al posto delle uova e la farina di kamut o quella integrale … insomma perchè non farla? :-)