E dopo aver rinfrescato … Pane integrale con lievito madre

No non sto parlando del clima, anche perchè fresco è un eufemismo, qui fa proprio freddo … e con il freddo via all’influenza … fino a ieri volevo l’inverno, oggi rivoglio la primavera … come direbbe mio marito <non sei mai contenta!>

Vabbè, tornando a noi, dopo aver rinfrescato il lievito madre, e averlo ringalluzzito per ben benino :-), stamattina ho informato la pagnotta!

Ma andiamo per gradi:
Ieri mattina ho preso i miei 50gr di lievito madre e li ho rinfrescati con 50gr di farina e 25ml di acqua, ho impastato il tutto, fatto una pallocchetta e messo a riposare, il mio lievito era fermo da un paio di giorni, quindi è cresciuto nel giro di 5 ore.
Nel primo pomeriggio ho preso tutto l’impasto ottenuto, circa 125gr e l’ho rinfrescato con altrettanta farina e 62ml di acqua, questa volta il lievito è cresciuto in 3 ore.

Verso sera ho preso 300gr del mio lievito madre e finalmente ho iniziato ad impastare!
A questi 300gr ho aggiunto 600gr di farina integrale e 350ml di acqua tiepidina nella quale ho sciolto 1 cucchiaino di malto d’orzo (ma va benissimo anche il miele o ancora più semplice dello zucchero), ho impastato con la planetaria (a mano troppa fatica :-P) fino ad incordatura, circa 15 minuti;
l’ho messo in un contenitore tipo tapper, e ho lasciato riposare l’impasto 15 minuti;

Ora potete scegliere due strade:

  1. riponete il contenitore chiuso in frigorifero, nella parte più bassa, appena sopra i cassetti della frutta per intenderci, e lasciatelo riposare per tutta la notte; io ho seguito questa strada, stamattina alle 5:30 l’ho tirato fuori dal frigo per riportarlo a temperatura, verso le 8 l’ho reipastato aggiungendo 2 cucchiaini di sale e dopo avergli dato la forma desiderata l’ho messo a riposare per 4 ore circa; poi l’ho cotto a 200° per 15 minuti e altri 30 minuti a 180°…
  2. altrimenti potete fare la prima lievitazione a temperatura ambiente, quando lo vedrete bello lievitato (dalle 3 alle 5 ore dipende dalla temperatura che avete in casa), lavoratelo nuovamente sulla spianatoia, aggiungendo sempre 2 cucchiaini di sale, date la forma desiderata, e mettete a lievitare per altre 4 ore (come nella prima opzione), la cottura rimane invariata.

Onestamente preferisco sempre fare la prima lievitazione in frigorifero, perchè riesco a gestire meglio i miei tempi, e la pasta matura di più rendendo il pane più soffice e leggero … a voi trovare la strada migliore con le vostre necessità :-)

Ultima nota, per non far diventare la crosta troppo dura e spessa, mentre il pane cuoce potete mettere all’interno del forno un coccio adatto alle alte temperature con acqua, questo manterrà l’umidità necessaria all’interno del forno per mantenere la crosta come vogliamo noi.

Buon Appetito!

p.s: a colazione spalmato con il miele, è una meraviglia :-)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...